mercoledì 31 dicembre 2014

sabato 27 dicembre 2014

Anch'io, anch'io!

di Stella del Mattino e della Sera
Da anni il mondo piccolo (mp) si interroga sulle statuone di Monti Prama (MP).
Il Mondo Culturale (MC) si interroga anche di più: quando sono state montate? quando sono state sfasciate? e perchè queste attività fascio-sfascio?
Delle volte l'MC emette delle risposte che l'mp può leggersi sui cartelloni dei Musei o su Sardegna Fieristica.
Le risposte dell' MC seppure rare danno importanti indizi all'mp per provare a immaginarsi quel lontano tempo e quei lontani eventi; in quanto: sono rare ma ripetute molte volte che così l'mp non si perde niente o quasi.

venerdì 26 dicembre 2014

La cista litica di Iloi e una fusaiola con segni: età del Bronzo finale, ma dentro una domus de Janas

Fig. 1. Sedilo, Iloi -Ispiluncas, tomba 2, zona n: a. La cista litica (U.S. 9) contenente l'U.S. 11 (1111-841 a.C.) b. Planimetria e sezioni della cista litica. [..]Più singolare è la documentazione relativa alla fase del Bronzo finale - prima età del ferro quando l'ipogeo, ormai abbandonato, viene rifrequentato per lo svolgimento di un rito particolare, forse legato ancora all'aspetto funerario, che prevedeva la realizzazione di una cista litica e la sua utilizzazione per deporvi i resti della combustione di offerte probabilmente vegetali. Fig. 46 , da: A. Depalmas, (2000) La Domus de janas 2 di Iloi Ispiluncas. Antichità sarde, Vol. 4.2 , p. 7-150. 


giovedì 25 dicembre 2014

Buon Natale

Buon Natale a tutti i nostri lettori


BUON NATALE BAMBINELLO TORO IMMORTALE DEL MONDO
di Gigi archeosardista

mercoledì 24 dicembre 2014

Il regalo di Bibi

BiBi è una ragazza che ha assistito il giorno 21 al fenomeno solstiziale del nuraghe Santa Barbara di Villanova Truschedu: fenomeno descritto per la prima volta dal  G.R.S ( Gruppo Ricerche Sardegna) nel libro "La Luce del Toro" del 2011 (PTM ed.). Bibi ha deciso di regalarci la sua esprienza di quel giorno; le belle parole che hanno avuto lei e i suoi genitori sul nostro blog sono un altro prezioso regalo che conserviamo gelosamente. Un grazie dalla redazione di Monte Prama. Per altre fotografie del fenomeno, anche in altri nuraghi, si veda questo link del G.R.S.. 

Solstizio d'inverno al Nuraghe Santa Barbara di Villanova Truschedu

di BiBi

Domenica 21 dicembre 2014, Villanova Truschedu (OR), Nuraghe Santa Barbara. Richiamata insieme alla mia famiglia dal fenomeno del solstizio d'inverno, abbiamo assistito per pochi, ma molti intensi, minuti alla proiezione dell'immagine taurina nella parete interna del nuraghe.

martedì 23 dicembre 2014

I sacri pozzi in pillole: 14. San Giovanni Sinis, abitato

Con grande piacere, riprendiamo la pubblicazione dei pozzi in pillole del Sinis.

di Sandro Angei
Pozzo N° 14
   Siamo in abitato di San Giovanni di Sinis all’interno di un cortile accessibile di pertinenza di un’abitazione costruita sopra i resti di un’antica cava di arenaria, della quale si notano nettamente i tagli verticali e le scanalature praticate col piccone per cavare i blocchi.
Il pozzo, ancora attivo, mi è stato segnalato da un amico frequentatore del blog Monte Prama, che preferisce mantenere l’anonimato. Grazie a lui posso pubblicare questo manufatto che definirei anomalo, perché presenta una sezione quadrata, scavata interamente nella roccia; sezione che diventa perfettamente quadra alla base.

   Il pozzo presenta una vera di blocchi isodomi di arenaria, di indefinibile datazione. L’accesso è stato di recente sigillato con un coperchio di cemento, che però per mia fortuna presenta un varco, dal quale ho potuto, benché a fatica, infilare la macchia fotografica e successivamente la mano. Le riprese sono di quelle fatte quasi ad occhi chiusi, intuendo la posizione della fotocamera. 

domenica 21 dicembre 2014

Buon Natale da Selargius. Cos'è la cosiddetta Tanit? Lo spiega un coccio-tavoletta nuragica di 'Su Pranu'.

# Gigi Sanna e il codice nuragico

di Gigi Sanna, Carlo Desogus e Roberto Scalas. 

1. I cocci di Orani e le numerose Tanit nuragiche. 


Fig. 1                                               Fig. 2

venerdì 19 dicembre 2014

Le infinite sorprese del Sinis: una tomba nuragica unica, con vista mare.


Fig. 1.  La tomba indagata, dopo lo scavo;  Su Bardoni (subito a nord di Is Aruttas, nel Sinis di Cabras). Foto A. Usai. La singolare sepoltura è ricoperta continuamente dalle famose sabbie quarzose della zona, sulla costa battuta dal maestrale. Non è nota la linea di costa dell'epoca (Età del Bronzo/inizio Età del Ferro), con il mare più basso di 1.5-3 metri rispetto ad oggi. Adiacenti alla tomba, si notano frammenti di strutture murarie. Da: Alessandro Usai, La tomba nuragica a cassone di Su Bardoni (Cabras - OR)2014, Quaderni, 25: 173-192 

Dall'Egitto alla Sardegna: gli scarabei in pillole. I nomi regali (I)

Il saggio di G. Matthiae Scandone del 1975 dal titolo: Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari (Roma Consiglio Nazionale delle ricerche, 1975) raggruppa gli scarabei di tipologia spiccatamente egizia esposti al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari. Iniziamo la loro pubblicazione in pillole, raggruppandoli per argomenti. Al catalogo Scandone del 1975 si sono aggiunti altri scarabei che di volta in volta segnaleremo. La prima pillola riguarda scarabei recanti nomi di faraoni egiziani, scarabei ritenuti coevi del sovrano stesso

Seti I (1290-1279 a.C., XIX dinastia)
Fig. 1 Scarabeo in steatite con il nome regale Menkheperre (durevole è la manifestazione di Re) e/o Menmaatre (durevole è la giustizia di Re). La Scandone favorisce la presenza di un nome regale doppio: quello del faraone Thutmose III (1479-1425 a.C., XVIII dinastia) e quello di Seti I (1290-1279 a.C.). "La composizione, oltre a comprendere due nomi regali, può avere anche senso crittografico: infatti la piuma può valere 'i per equivalenza con il geroglifico della canna, il mn conserva il valore acrofonico m, lo scarabeo vale n da ntry « il divino » e il disco ha valore R'. La lettura crittografica è dunque 'Imn-R', come è dimostato da una composizione analoga riportata da E. DRIOTON, ove la piuma è sostituita da una 'i." La Scandone considera l'oggetto opera importata dall'Egitto e propende per una datazione agli inizi della XIX dinastia (1292-1189 a.C.) (1)

martedì 16 dicembre 2014

Solstizio a Villanova Truschedu per i mattinieri (o a San Giovanni Sinis per i pomeridiani)

21. Dicembre 2014. 
Mattino: nuraghe Santa Barbara di Villanova Truschedu (h. 7:45);
Pomeriggio: San Giovanni Sinis, "Sala da ballo" (h. 15). 

Fig. 1

lunedì 15 dicembre 2014

L'astuccio penico e il perizoma: raro sì, ma già nel Neolitico?

Si veda anche : Foto del giorno: la "concrezione" di Barbetta,  21 NOVEMBRE 2014

Fig. 1b. Frammenti di due statuine maschili in argilla, con perizoma e astuccio penico. Considerati di epoca prenuragica. Entrambe le statuine sono raccolte di superficie.  Da: G. Lilliu, Arte e religione della Sardegna prenuragica 1999, Delfino Carlo Editore

domenica 14 dicembre 2014

Su 'carrabusu' de Tharros. Gan Ba'anar figiu de Horus pipieddu naschidu dae su frore 'e su loto

# Gigi Sanna e il codice nuragico 

Per la sezione "rewind" riproponiamo un post del 2012 non più interamente visibile. In un  post di recente riproposto su queste pagine, è comparso il nome BONARGAN, che deriva dalla lettura "b'nrgn" sullo scarabeo da Tharros di fig. 1. Vd. Scrittura nuragica: gli Etruschi allievi dei Sardi (II) del 10.12.2014

de Gigi Sanna (27 aprile 2012).

Fig. 1                                                      Fig. 2 

venerdì 12 dicembre 2014

L'ORNATO COME TRASLATO

di Angelo Ledda 

L'ORNATO COME TRASLATO 
di George Hersey 

[..]Per molti anni mi sono posto la seguente domanda: perché usiamo ancora gli ordini classici? Ogni città del mondo occidentale che appena si rispetti può vantare i suoi esempi di ornato architettonico in stile dorico, ionico e corinzio (…) Il classicismo greco-romano non fu solo l'architettura dei Greci e dei Romani e dei loro imperi, ma anche l'architettura, mutatis mutandis, dell'Europa romanica e di Bisanzio, del Rinascimento e del Barocco, del Neoclassicismo, del Revival barocco, delle Beaux-Arts e del fascismo; costituisce anche, in modo insolito ma forte, un contributo al Postmoderno.

giovedì 11 dicembre 2014

Le 43 pintaderas nuragiche

Da: S. Sebis & L. Deriu, Le pintaderas della Sardegna nuragica della Prima Età del Ferro, in Mastino, Attilio; Spanu, Pier Giorgio Ignazio; Usai, Alessandro; Zucca, Raimondo a cura di (2011) Tharros Felix 4. Roma, Carocci editore, pp. 397-419 (nr. 22)

martedì 9 dicembre 2014

lunedì 8 dicembre 2014

I sacri pozzi in pillole: 13. litorale di Maimoni

di Sandro Angei
(vd. pozzo nr. 12)
Pozzo n° 13
Pozzo situato in campo aperto, vicinissimo alla spiaggia di Maimoni, a circa 100 m dal bagnasciuga. Il pozzo di forma quadra è scavato nella roccia, la parte finale è rivestita con pietre grezze ben connesse, sempre formanti sagoma quadra, che probabilmente già in antico conteneva all’esterno la sabbia superficiale. Sopra questo rivestimento c’è la vera, sempre quadra, realizzata con conci isodomi monolitici su ogni lato; sopra di essa l’orribile, benché necessaria vera moderna.

domenica 7 dicembre 2014

Teste bovine-a volte "uccellate"

Fig. 1: Testa bovina, selce; probabilmente prima parte del periodo Naqada II (3605-3450 a.C.), Egitto. The Trustee of the British Museum, London. Da:  Diana Craig Patch,Marianne Eaton-Krauss,Susan J. Allen, Dawn of Egyptian Art, 2011, The Metropolitan Museum of Art, NY

Did they write? … probably not, but …

by Siziliano

A recent article in NATURE (1) describes identification of systematically incised lines on a shell found in the storerooms of the collection Dubois, at the National Museum Naturalis in Leiden (The Netherlands). The specimen had been found already in 1890 by the Dutch scientist Eugene Dubois on the Indonesian island Java and were just recently re-investigated.

All shell remains  are from adult animals indicating that they were collected for food instead of being left-over of a living colony. The most exciting aspect of this finding (it is assumed that the incisions have been made by means of a shark’s tooth) is that they are back dated to a time period between 430’000 and 540’000 years ago. At this time, no modern humans had developed, but instead this period is linked to the presence of Homo erectus. These findings, if they will be proven correctly assigned as for their age, would make them much, much  older than any incision/decoration found so far.

venerdì 5 dicembre 2014

Foto del giorno: caldane nuragiche a Santa Giusta

Da: Paolo Bernardini,  Pier Giorgio Spanu and Raimondo Zucca, SANTA GIUSTA - OTHOCA . Ricerche di archeologia urbana 2013, FOLD&R- The Journal of Fasti Online, 2014, #312. 

mercoledì 3 dicembre 2014

Altri reperti sardi passati/nti per le aste

 
Vincent Wapler Paris 
29/06/09 Wapler Mica Lot n°223 Sardaigne, Art  Nouragique IX-VII e siècle avant J.-C 
Tête de guerrier coiffé d'un casque à cornes et à crête Bronze, oxydation verte et dépôt calcaire, Manque une des cornes, H: 5,7 cm Provenance: Munzen und Medallien (Herbert Cahn) Bâle 1965. Collection Schumann, n°73. Muséographie : Musée du Louvre, E 13027 et E 13029 - Estimation : 8 000 - 9 000 €  Hauteur : 57 cm*
Drouot Catalogue  Sardaigne, Art  Nouragique IX-VII e siècle avant J.-C
Tête de guerrier coiffé d'un casque à cornes et à crête Bronze, oxydation verte et dépôt calcaire, Manque une des cornes, H: 5,7 cm Provenance: Munzen und Medallien (Herbert Cahn) Bâle 1965. Collection Schumann, n°73. Muséographie : Musée du Louvre, E 13027 et E 13029.

martedì 2 dicembre 2014

La Legge del serpente che si legge


Vignetta di Franco Tabacco

“Sardegna terra di Giganti”: in Marmilla si parla di Monte Prama


Appuntamento sabato 6 dicembre 2014, al Museo Naturalistico del Territorio “G.Pusceddu”. Una mattinata intera, dalle 9:30 alle 13. Il museo si trova in Località Spinarba Sa Corona Arrubia,  09022 Medio Campidano, tel. 070 934 1009. Titolo della conferenza: “Sardegna terra di Giganti”(Le scoperte di Monte Prama). 
Interventi di Gaetano Ranieri (Università di Cagliari) e Raimondo Zucca (Università di Sassari). L’evento è promosso dal  Consorzio Turistico della Marmilla -Sa Corona Arrubia  e dai Rotary Club di: Sanluri Medio Campidano – Iglesias -Siniscola – Carbonia – Quartu S.Elena –Sedilo- Marghine Centro Sardegna – Thiesi Bonorva-Pozzomaggiore – Oristano –Senorbì Trexenta.

lunedì 1 dicembre 2014